Indice dei contenuti

Infezione da trapianto di capelli: cause sottostanti e consigli sulla prevenzione

Le infezioni causate da trapianto capelli si manifestano, solitamente, con l’infiammazione dell’area ricevente causata da batteri, funghi o altri microorganismi, i quali possono causare infiammazione o altre complicazioni.

Se confrontato con altre procedure mediche, il trapianto di capelli è molto meno rischioso; chiaramente, questo non significa zero rischi.  Se i sintomi iniziali post-trapianto dovessero continuare e non migliorare, si tratta probabilmente di un’infezione.

I punti chiave che tratteremo in questo articolo sono:

  • L’INFEZIONE SI MANIFESTA SOLO ALL’1% DEI PAZIENTI CHE SI SOTTOPONGONO ALLA PROCEDURA DI TRAPIANTO CAPELLI.
  • I SINTOMI QUALI ROSSORE, GONFIORE E DOLORE SONO SIMILI AI SINTOMI CHE SI PRESENTANO DURANTE LA FASE DI RIPRESA.
  • LE INFEZIONI SI MANIFESTANO, SOLITAMENTE, A DISTANZA DI 3-7 GIORNI DALL’INTERVENTO.
  • SEGUIRE LE ISTRUZIONI POSTOPERATORIE È UN PASSAGGIO FONDAMENTALE PER EVITARE QUALSIASI TIPO DI INFEZIONE.

 Vediamo subito il primo dubbio che ci viene in mente quando pensiamo alle infezioni causate da trapianto capelli.

Quali sono i sintomi di un'infezione causata dal trapianto di capelli?

I sintomi di un’infezione causata da trapianto capelli sono:

  • ROSSORE DELLA PELLE
  • GONFIORE E CALORE DELLA CUTE
  • DOLORE
  • SANGUINAMENTO
  • PRURITO
  • BRUCIORE

Questi sintomi di infezione sono molto simili ai sintomi della guarigione post-trapianto. Quindi dovrai mantenere lo sguardo attento sulla cute per riconoscere i segni di un’eventuale infezione.

L’infezione può, inoltre, manifestarsi con altri sintomi, quali:

  • MAL DI TESTA
  • FEBBRE
  • NAUSEA
  • VOMITO
  • STANCHEZZA

Nel caso in cui questi sintomi dovessero persistere per più di 3-7 giorni, sarà necessario rivolgersi subito al tuo referente ed, eventualmente, ad un medico.

Quanto è comune l'infezione da trapianto di capelli?

Le infezioni post-trapianto sono uno dei rischi principali, ma non a livello di trapianto capelli. Secondo l’Indian Journal of Plastic Surgery, i dati raccolti da 2896 soggetti in 10 anni mostrano che le infezioni causate dal trapianto capelli non sono così comuni, e colpiscono meno dell’1% dei pazienti.

Che aspetto hanno i follicoli infetti?

I follicoli infetti appaiono gonfi, rossi ed infiammati. Queste “protuberanze” possono contenere pus, il quale può fuoriuscire.

Come riconoscere l’infezione?

  • Dolore eccessivo
  • Gonfiore dopo 3 giorni
  • Sensazione di calore e bruciore
  • Presenza di pus
  • Rossore
  • Prurito eccessivo
  • Ascessi
  • Sanguinamento eccessivo

Cosa fare in caso di infezione?

In caso di infezione sarà necessaria l’assunzione di antibiotici (per via topica o orale), oltre agli shampoo con proprietà antibatteriche.  In caso di ascessi, il dottore dovrà drenarli per accelerare il processo di guarigione.

In ogni caso, contatta il tuo dottore immediatamente, se pensi di avere un’inflazione.

Le cause delle infezioni da trapianto di capelli

Anche se le possibilità di infezione dopo un trapianto di capelli sono basse, ci sono alcuni comportamenti che, se non eseguiti correttamente, possono causare un’infezione.

  • NON SCEGLIERE UNA CLINICA RISPETTABILE
  • STRUTTURE CHE NON RIENTRANO NEGLI STANDARD D’IGIENE
  • IGIENE SCARSA NEL POST OPERATORIO
  • CONDIZIONI MEDICHE DEL PAZIENTE
  • NON EFFETTUARE LA CURA POST-OPERATORIA NEL MODO CORRETTO

Non scegliere una clinica rispettabile

Per il tuo trapianto di capelli, è molto importante scegliere una clinica autorizzata. Una clinica autorizzata, infatti, è costantemente controllata sui protocolli igienici e possiede attrezzature all’avanguardia e sterilizzata.

Strutture che non rientrano negli standard d'igiene

Le possibilità di infezione per il paziente aumentano quando la clinica prescelta non segue i protocolli di sicurezza ed igiene. Per questo è fondamentale effettuare una corretta ricerca prima di decidere di affidarsi ad una clinica per il proprio trapianto.

Igiene scarsa nel post-operatorio

L’igiene è molto importante per ridurre al minimo le possibilità d’infezione. Infatti, se le ferite non vengono pulite correttamente e il cuoio capelluto non viene mantenuto pulito, le possibilità di sviluppare un’infezione aumentano.

Condizioni mediche del paziente

Anche se scegli le migliori cliniche per il trapianto di capelli, in caso di problemi di salute quali malattie autoimmuni, sei più suscettibile allo sviluppo di un’infezione post-trapianto di capelli. E’ molto importante in sede di visita, riferire al personale qualsiasi condizione di salute anomala, cosi che possano essere prese le precauzioni necessarie.

Non effettuare la cura post-operatoria nel modo corretto

Una volta terminato il lavoro del dottore, la fase di recupero sarà sotto la tua responsabilità. Ovviamente, il medico ti darà le istruzioni necessarie, che dovrai seguire meticolosamente, per ottenere il miglior risultato possibile.

Quale metodo di trapianto presenta un rischio più alto d'infezione?

FUT (Follicular Unit Transplantation) presenta un rischio più alto d’infezione se confrontato con gli altri metodi di trapianto. La motivazione va ricercata nella natura della procedura stessa, molto più invasiva.

Il trapianto con tecnica FUT prevede il prelievo di una striscia di pelle dalla nuca, che lascia una cicatrice molto evidente. Per l’estrazione più invasiva, il trapianto FUT può avere un maggior rischio d’infezione, se confrontato con gli altri metodi.

FUE e DHI non prevedono la formazione di cicatrici, ma piuttosto di piccole incisioni nella zona ricevente, per cui sono meno propense ad essere causa di infezione.

Quali sono i rischi di un'infezione legata al trapianto di capelli?

I rischi principali di un’infezione legata ad un trapianto di capelli sono la scorretta cicatrizzazione e la crescita irregolare dei capelli. Se le aree infette non vengono trattate correttamente, possono sviluppare tessuto cicatriziale, che comporta una crescita dei capelli irregolare o non sufficiente.

Se l’infezione non viene trattata, può penetrare in profondità, fino a coinvolgere la circolazione sanguigna, causando così un’eventuale sepsi.

Consigli per evitare lo sviluppo di un'infezione

Come abbiamo già sottolineato, un’infezione dopo il trapianto di capelli si verifica raramente. Ad ogni modo, è meglio sapere bene come prevenire lo sviluppo di un’infezione. Ecco alcuni consigli utili:

  • SCEGLI UNA CLINICA RICONOSCIUTA
  • AFFIDATI AD UN CHIRURGO DI TRAPIANTO CON ESPERIENZA
  • VERIFICA IL GRADO DI PULIZIA DELLA CLINICA
  • ASSUMI GLI ANTIBIOTICI SEGUENDO LE INDICAZIONI DEL MEDICO
  • NON TOCCARE O GRATTARE IL CUOIO CAPELLUTO DOPO L’INTERVENTO
  • MANTIENI IL CUOIO CAPELLUTO PULITO UTILIZZANDO LO SHAMPOO INDICATO
  • EVITA FUMO E ALCOOL
  • SEGUI ATTENTAMENTE LE ISTRUZIONI POST-OPERATORIE
  • EVITA L’ESPOSIZIONE DIRETTA AL SOLE E LE ATTIVITÀ FATICOSE
  • CONTROLLA POSSIBILI SINTOMI DI INFEZIONE

Seguendo questi consigli, potrai concludere la tua fase di recupero senza problemi.

Come trattare i follicoli infetti?

In caso di infezione devi, prima di tutto, contattare il dottore o il team medico. In base alla tua situazione, il dottore ti prescriverà una terapia antibiotica adeguata. I trattamenti possono essere:

  • ANTIBIOTICI PER VIA ORALE: DA ASSUMERE DURANTE IL GIORNO, COME DA ISTRUZIONI, FINO AL COMPLETAMENTO DEL CICLO.
  • ANTIBIOTICI PER VIA TOPICA: APPLICARE LA CREMA DIRETTAMENTE SUL CUOIO CAPELLUTO PER DRENARE L’ASCESSO.
  • SHAMPOO ANTIBATTERIALI: AIUTANO IN CASO DI ASCESSI O FUORIUSCITE SUL CUOIO CAPELLUTO.

 

Durante l’applicazione di questi trattamenti, assicurati di mantenere comunque una buona igiene. 

(1) Garg AK, Garg S. Complications of Hair Transplant Procedures-Causes and Management. Indian J Plast Surg. 2021 Dec 31;54(4):477-482. doi: 10.1055/s-0041-1739255. PMID: 34984088; PMCID: PMC8719980.

-Norwood OT, Rhoades ER. Infection with hair transplant surgery. Cutis. 1979 May;23(5):642-5. PMID: 456033.

Salanitri S, Gonçalves AJ, Helene A Jr, Lopes FH. Surgical complications in hair transplantation: a series of 533 procedures. Aesthet Surg J. 2009 Jan-Feb;29(1):72-6. doi: 10.1016/j.asj.2008.11.005. PMID: 19233009.

Loganathan E, Sarvajnamurthy S, Gorur D, Suresh DH, Siddaraju MN, Narasimhan RT. Complications of hair restoration surgery: a retrospective analysis. Int J Trichology. 2014 Oct;6(4):168-72. doi: 10.4103/0974-7753.142861. PMID: 25368473; PMCID: PMC4212293.

Kerure AS, Patwardhan N. Complications in Hair Transplantation. J Cutan Aesthet Surg. 2018 Oct-Dec;11(4):182-189. doi: 10.4103/JCAS.JCAS_125_18. PMID: 30886471; PMCID: PMC6371733.

Zito PM, Raggio BS. Hair Transplantation. [Updated 2023 Feb 14]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2023 Jan-.