Indice dei contenuti

Croste da trapianto di capelli: cosa sono e come trattarle

Le croste dopo il trapianto di capelli sono i piccoli punti di sangue secco che vengono a formarsi come parte integrante del processo di guarigione dopo la procedura di trapianto capelli. Questi puntini appaiono nell’area ricevente del cuoio capelluto.

Più precisamente, le croste coprono i piccoli tagli che vengono effettuati durante l’intervento. Il dottore effettua questi piccoli tagli o canali per trapiantare i follicoli.

Vediamo subito alcuni dei punti chiave dell’articolo:

  • È NORMALE NOTARE UN PICCOLO SANGUINAMENTO DOPO L’INTERVENTO PER IL RIPRISTINO DEI CAPELLI
  • LE CROSTE SONO LESIONI DOVUTE ALLA GUARIGIONE, E SONO UNA PARTE NATURALE DEL PROCESSO DI RECUPERO
  • LE CROSTE SUL CUOIO CAPELLUTO CADRANNO DOPO CIRCA 14 GIORNI DALL’INTERVENTO
  • TI VERRANNO FORNITE ISTRUZIONI SU COME AFFRONTARE AL MEGLIO LA FORMAZIONE DELLE CROSTE
  • LE CROSTE POSSONO SANGUINARE NEL MOMENTO IN CUI VENGONO RIMOSSE
  • I PRODOTTI FLUIDIFICANTI DEL SANGUE POSSONO CAUSARE UN SANGUINAMENTO ECCESSIVO.

 

Benvenuti nel nostro articolo riguardante le croste post trapianto di capelli, in cui troverai tutte le risposte alle tue domande. Iniziamo subito con la prima domanda!

Che cosa sono le croste dopo il trapianto di capelli?

Le croste dopo il trapianto di capelli sono la risposta naturale del nostro corpo alla procedura chirurgica. Durante la procedura, il medico va a creare piccoli canali per l’inserimento degli innesti. Per cui, i canali sono le piccole ferite che diventeranno, poi, croste.

Perchè avviene la formazione delle croste?

La ragione principale dietro alla formazione delle croste dopo il trapianto di capelli è legata alla creazione dei canali riceventi sul cuoio capelluto. Comunque, le altre ragioni legate alla formazione delle croste sono: 

  • PROTEGGERE LA PELLE
  • FERMARE LA PERDITA DI SANGUE
  • PREVENIRE LE INFEZIONI

 

La formazione delle croste indica che la cute è in via di guarigione. Le croste proteggono la pelle dalla fuoriuscita di sangue e fluidi del tessuto, e dalla penetrazione di batteri che possono causare infezioni.

Come si formano le croste?

Dopo il trapianto di capelli, le croste si formano nel seguente modo:

  1. Le piccole incisioni sulla testa iniziano a sanguinare.
  2. Il sangue si coagula e si indurisce sul cuoio capelluto.
  3.  Lo stesso processo si ripete per 3 giorni dopo l’intervento.

 

La formazione delle croste dopo un trapianto di capelli può essere piuttosto frustrante. Forse sapere come si formano e quanto durano può aiutare ad alleviare questa preoccupazione.

Che aspetto hanno le croste dopo un trapianto di capelli?

I canali appena effettuati hanno l’aspetto di piccoli puntini. Dunque, le croste si formano sopra questi puntini e sono costituite da sangue secco. Le crosticine hanno una colorazione rosso scuro o marrone e l’aspetto di piccoli punti ruvidi.

Come affrontare la formazione delle croste? Cosa fare e cosa non fare?

Affrontare la formazione di croste dopo la procedura è molto importante, sia per la fase di guarigione iniziale, sia per i risultati a lungo termine. Per cui, ecco cosa fare e cosa non fare in caso di formazione delle croste.

CHE COSA FARE:

  • SEGUI LE ISTRUZIONI POST-OPERATORIE FORNITE DAL TUO DOTTORE
  • LAVA LE CROSTE DELICATAMENTE
  • ASCIUGA LE CROSTE DELICATAMENTE
  • UTILIZZA LA LOZIONE FORNITA DAL TUO DOTTORE
  • EVITA L’ESPOSIZIONE DIRETTA AL SOLE
  • MANTIENI IL CUOIO CAPELLUTO PULITO

CHE COSA NON FARE:

  • RIMUOVERE LE CROSTE
  • TOCCARE CONTINUAMENTE LE CROSTE
  • UTILIZZARE UN GETTO D’ACQUA FORTE PER IL LAVAGGIO DEL CUOIO CAPELLUTO
  • FUMARE O BERE ALCOOL
  • INDOSSARE CAPPELLI STRETTI
  • EFFETTUARE ATTIVITÀ PESANTI

 

Quando cadono le croste?

La formazione delle croste ha inizio poco dopo la procedura, e rimarranno fino a quando le piccole ferite saranno completamente guarite. Le croste non vanno rimosse prima della completa guarigione; molto probabilmente, le croste cominceranno a cadere a distanza di 7-14 giorni dalla procedura.

Cosa fare se le crosticine non cadono?

Se le crosticine non dovessero cadere dopo 7-14 giorni dall’intervento, dovrai contattare l’assistenza post-operatoria della struttura sanitaria in cui hai effettuato l’intervento, che potrà aiutarti a risolvere questa situazione.

Non preoccuparti, non è un problema grave. Ad ogni modo, è meglio risolverlo il prima possibile.

Cosa fare se ho ancora le croste dopo 3 settimane?

Se le croste dovessero persistere oltre alla terza settimana, sarà necessario contattare il medico, per essere sicuri che non si verifichi alcun problema. 

Nel mentre, cerca di seguire le istruzioni del medico, idrata e mantieni pulito il cuoio capelluto e sii paziente fino a quando lo stesso non sarà guarito del tutto.

Come rimuovere le croste da trapianto di capelli?

Rimuovere le croste dopo il trapianto di capelli è fondamentale. Ecco perchè ti verranno fornite istruzioni ben precise su come liberarti da queste croste del cuoio capelluto.

Ecco le istruzioni post-operatorie per prenderti cura delle ferite ed evitare qualsiasi complicazione.

  • UTILIZZA LA LOZIONE INDICATA DAL DOTTORE E MANTIENI LA CUTE IDRATATA
  • PER LA PULIZIA DELLA CUTE, UTILIZZA DELLO SHAMPOO DILUITO CON IL PALMO DELLE MANI ED APPLICALO DELICATAMENTE SUL CUOIO CAPELLUTO
  • UTILIZZA ACQUA TIEPIDA PER IL RISCIACQUO
  • ASCIUGA LA CUTE TAMPONANDO CON UN PANNO MORBIDO, SENZA STROFINARE
  • NON TOCCARE LA CUTE CON LE MANI O CON IL PETTINE, PER EVITARE DI RIMUOVERE QUALCHE FOLLICOLO PER ERRORE.

Posso utilizzare l'olio per i bimbi per rimuovere le croste da trapianto di capelli?

No, il dottore ti fornirà una lozione specifica in clinica, che favorisce la guarigione e la rimozione delle croste.

Posso utilizzare l'olio di cocco per rimuovere le croste da trapianto di capelli?

No, è importante utilizzare la lozione indicata dal medico. Per eventuali alternative, è necessario consultare sempre il medico prima di utilizzarle.

Posso rimuovere le croste dopo il trapianto di capelli?

No, non devi provare a rimuovere le croste prima che abbiamo terminato di completare la loro funzione. L’utilizzo delle unghie o di oggetti ruvidi per la rimozione delle croste provocherà dolore al cuoio capelluto e influirà sui risultati del tuo trapianto.

Rimuovere le croste prima del dovuto può causare:

  • SANGUINAMENTO
  • CADUTA DEL FOLLICOLO IMPIANTATO
  • CICATRIZZAZIONE
  • RISCHIO DI INFEZIONE PIÙ ALTO
  • PROCESSO DI GUARIGIONE PIÙ LUNGO
  • RITARDO NELLA CRESCITA DEI CAPELLI

 

La formazione delle croste dopo il trapianto di capelli avviene per proteggere la pelle e mantenere il follicolo impiantato nella posizione corretta fino alla completa stabilizzazione. La rimozione delle croste può causare la caduta dei follicoli impiantati e rovinare i risultati.

COMUNQUE

Se le crosticine dovessero rimanere sul cuoio capelluto oltre il periodo di guarigione, possono bloccare la crescita dei capelli e causare prurito. Per cui, andranno rimosse dopo circa 10 giorni dalla procedura.

Khanna M. Hair transplantation surgery. Indian J Plast Surg. 2008 Oct;41(Suppl):S56-63. PMID: 20174544; PMCID: PMC2825128.

The Molecular Biology of Wound Healing. PLoS Biol. 2004 Aug;2(8):e278. doi: 10.1371/journal.pbio.0020278. Epub 2004 Jul 20. PMCID: PMC479044.

Bernstein RM, Rassman WR. Graft anchoring in hair transplantation. Dermatol Surg. 2006 Feb;32(2):198-204. doi: 10.1111/j.1524-4725.2006.32033.x. PMID: 16442039.