Vi è la possibilità di un rigetto da parte del corpo in seguito a un trapianto di capelli?

Vi è la possibilità di un rigetto da parte del corpo in seguito a un trapianto di capelli?
Vi sono alcuni casi in cui, per ragioni fisiologiche legate all'organismo del singolo paziente, un trapianto possa non garantire dei buoni risultati. In ogni caso, si tratta di rarissime eventualità e risulta anche complicato distinguerlo dall'eventuale errore umano.
it

Vi sono alcuni casi in cui, per ragioni fisiologiche legate all'organismo del singolo paziente, un trapianto possa non garantire dei buoni risultati. In ogni caso, si tratta di rarissime eventualità e risulta anche complicato distinguerlo dall'eventuale errore umano.

Sulla base di diversi studi condotti a livello internazionale, quando si verifica un rigetto non causato da cause esterne, questo avviene generalmente per via di un problema noto come Lichen Piano Pilare (LPP).

Si tratta di una condizione che provoca infiammazione dello scalpo e da cui scaturisce una forma di alopecia irregolare. La letteratura scientifica ci dice che vi sono circa 17 casi appurati di LPP sviluppatosi tra i 4 e i 36 mesi in seguito alla procedura del trapianto. Gli autori che hanno condotto questi studi sono arrivati alla conclusione che questa problematica abbia portato alla perdita di vitalità dei bulbi. Ad ogni modo, 17 casi sulle migliaia di operazioni di trapianto effettuate ogni anno, costituiscono un numero veramente esiguo in proporzione.

Per fortuna, queste percentuali sono basse e solo di natura teorica. Questo porta a reputare che preoccuparsi per qualcosa di simile sia pressoché inutile. Se ci si affida in mani esperte, un trapianto di capelli è una procedura notoriamente sicura e con un tasso di successo notevole. E, ancora più importante, le probabilità che un organismo abbia un rigetto in seguito a un trapianto, sono veramente basse.



RICHIESTA DI IMMAGINI PRIMA/DOPO

Puoi immediatamente ricevere le foto Prima e Dopo subito dopo aver compilato il modulo. Riceverai un messaggio automatico via telefono o mail.

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico.